Come trovare i candidati perfetti per la tua attività

Come trovare i candidati perfetti per la tua attività

Sei alla ricerca di personale nuovo da assumere? Hai bisogno di un esperto o di un’apprendista? In questo articolo ti parleremo di come trovare i candidati perfetti per la tua attività.

Tutte le aziende prima o poi si imbattono nella possibilità di assunzione di personale. È normale e positivo, infatti quando si punta ad assumere nuovi dipendenti i fattori che ci portano a questa esigenza sono diversi ma ci sono due possibilità che risaltano su tutte: l’imminente crescita dell’azienda e quindi la sua espansione, la necessità di trovare una persona più qualificata in un determinato settore. Diventa perciò importante e vitale che ogni azienda possa trovare il candidato perfetto.

Oggi un semplice curriculum vitae non basta più per darci le indicazioni necessarie su una persona, oggi si cercano qualità che vanno anche al di fuori del percorso lavorativo e quindi creatività, iniziativa, capacità di lavorare in gruppo o team, capacità di confrontarsi con il prossimo, capacità e volontà di imparare e formarsi.

Qualsiasi settore oggi ha bisogno di una formazione continua e dobbiamo perciò assumere dipendenti che siano pronti e disposti ad imparare quanto necessario per quella posizione lavorativa. In questo articolo troverai le informazioni necessarie per trovare i candidati perfetti da inserire nella tua attività.

È ancora necessario guardare il Curriculum Vitae?

La risposta è ovviamente sì. Il curriculum vitae rimarrà sempre un elemento fondamentale per permetterci di capire l’attitudine di lavoro di una persona. Grazie al curriculum possiamo apprendere il suo percorso studi e la sua formazione, così da capire se è in linea con ciò che stiamo cercando.

La prima selezione sui candidati va perciò fatta proprio in questo modo scartando tutte le persone che non presentano la formazione o i criteri che a noi occorrono. Una volta fatta una prima scrematura allora potremo cominciare a pensare ed organizzarci per i colloqui.

Il colloquio

Il colloquio è sicuramente la fase più importante e che ti permette di capire chi hai davanti. I colloqui è sempre bene svolgerli faccia a faccia, se siete imprenditori digitali prendetevi un caffè con il potenziale dipendente se non avete un ufficio fisso se invece lo avete allora sarà bene invitarlo presso l’ufficio.

Ovviamente il colloquio permette a voi di capire se il candidato può essere idoneo e al tempo stesso però permette anche al candidato di capire se il lavoro fa al caso proprio. È per questo che la fase del colloquio va strutturata in due fasi differenti, vediamo come.

La prima fase del colloquio è informativa. Noi spiegheremo nel dettaglio cosa stiamo offrendo, di cosa si occuperà il dipendente, quali saranno le sue mansioni e anche gli orari di lavoro e i giorni.

Spiegheremo anche cosa ci aspettiamo da lui e quindi andremo a fornire quante più informazioni possibili per far capire al dipendente di che tipo di lavoro si tratta. Una volta che avremo concluso la parte informativa proseguiremo il colloquio solo ed unicamente se il candidato è interessato alla posizione offerta. È infatti inutile proseguire il colloquio se il candidato rifiuterà la nostra offerta di lavoro.

Seconda parte del colloquio l’analisi del candidato. A questo punto sarà il candidato a parlarci di lui, di quali sono le sue ispirazioni, del perché è interessato alla posizione lavorativa che stiamo offrendo. Per portarlo a queste risposte lo dovremo guidare con domande specifiche e razionali. Ricordati che devi valutare non solo il suo livello di istruzione e il suo livello istruttivo ma anche la sua personalità e le sue capacità.

Scegliere tra più candidati

Ora non ti rimane che scegliere un candidato. In genere al termine del colloquio ogni manager sa già se c’è una persona abbastanza qualificata da poter ricoprire il ruolo che stiamo offrendo. Però è possibile anche che ci siano più di due candidati che ci hanno scaturito interesse, allora in questo caso abbiamo tre possibili soluzioni vediamo quali:

  • Scegliere in base ad una vision a lungo termine. In questo caso devi essere sicuro che il dipendente che stai assumendo a lungo andare ti porterà e porterà alla tua azienda un vero valore aggiunto e non è perciò soltanto l’occupante di una postazione lavorativa rimasta vuota;
  • Scegliere in base alla personalità in relazione al lavoro per cui si è candidato. Se si tratta di una posizione nelle vendite sarà bene non optare per una persona timida e introversa ma preferire una persona dalla forte solarità e vivacità caratteriale. Quest’ultima sarà infatti in grado di coinvolgere maggiormente il suo cliente;
  • Scegliere in base agli altri dipendenti, pensi che questo elemento si troverà bene con gli altri del team? È un fattore fondamentale per far sì che un’azienda viaggi verso gli stessi obiettivi all’unisono.

Ci sono altri metodi?

Un metodo che si sta particolarmente sviluppando in questi ultimi tempi è il referral ossia lasciarsi consigliare dei possibili candidati dai dipendenti che già sono assunti.

Nessuno di loro conosce il lavoro meglio e sanno perciò se c’è qualcuno li fuori che magari conoscono a cui può interessare la posizione lavorativa. Se tutto questo non dovesse bastare puoi sempre rivolgerti ad aziende come noi, che ci occupiamo di ogni campo aziendale anche delle risorse umane

Share




Contattaci


Nome


E-Mail


Telefono


Messaggio


Congratulations. Your message has been sent successfully.
Error, please retry. Your message has not been sent.



  • Perché sempre più aziende chiedono il supporto di un coach?


    La figura del coaching è ormai in rapida ascesa anche in Italia, ma perché sempre più aziende chiedono il supporto di un coach? Tutto in questo articolo. La figura professionale del coach arriva da oltre oceano e non è certo una scoperta italiana, anzi possiamo dire che noi in questo caso siamo arrivati molto dopo alcune grandi nazioni come l’America dove questa figura professionale è riconosciuta e molto affermata. Il coaching di ogni tipologia in America è popolarissimo ed è infatti qui che ogni anno centinaia di formatori e studenti di coaching si recano per assistere ai convegni organizzati dai più grandi coach al mondo. In Italia questa figura professionale sta prendendo piede in questi anni, dove sempre più aziende chiedono il supporto di un coach esterno o cercano l’inserimento di un coach interno aziendale per poterne beneficiare. Perché questo cambiamento? Semplice perché ad oggi la realtà è molto diversa da quella che avevamo 50 anni fa.

  • Cosa pianificare per una giusta strategia di marketing?


    Stai aprendo un’attività o hai già un’attività sul mercato? Ecco tutto quello che devi considerare per una giusta strategia di marketing. Se c’è un fattore che una qualsiasi azienda non può e non deve sottovalutare è una buona strategia di marketing. Il marketing è l’ingrediente finale che permette alla nostra azienda di risaltare su tutte le altre, le permette di essere notata e di arrivare ogni giorno a centinaia di possibili clienti che potrebbero sceglierla. È solo grazie alla giusta strategia di marketing che un’azienda può rivelarsi di successo oppure no. Sebbene ad oggi i mezzi di promozione di un’attività si sono moltiplicati grazie all’utilizzo dei social network alla base di ogni promozione troviamo sempre una strategia di marketing. Ecco perché in questo articolo andremo ad informarti su tutto ciò che c’è da considerare per un’ottima strategia di marketing.

  • Come trovare i candidati perfetti per la tua attività


    Sei alla ricerca di personale nuovo da assumere? Hai bisogno di un esperto o di un’apprendista? In questo articolo ti parleremo di come trovare i candidati perfetti per la tua attività. Tutte le aziende prima o poi si imbattono nella possibilità di assunzione di personale. È normale e positivo, infatti quando si punta ad assumere nuovi dipendenti i fattori che ci portano a questa esigenza sono diversi ma ci sono due possibilità che risaltano su tutte: l’imminente crescita dell’azienda e quindi la sua espansione, la necessità di trovare una persona più qualificata in un determinato settore. Diventa perciò importante e vitale che ogni azienda possa trovare il candidato perfetto.

  • Come scegliere il corso di formazione per i tuoi dipendenti


    Sei alla ricerca di un corso di formazione? Come sceglierlo tra le tante proposte che troviamo? Leggi l’articolo. Sempre più aziende hanno capito l’importanza di dipendenti formati. Il nostro mondo viaggia rapidamente, si evolve, e vediamo ogni giorno la comparsa di nuovi strumenti, piattaforme, prodotti digitali e non che dobbiamo imparare a gestire nel migliore dei modi. Un’azienda che rimane legata al passato non può andare avanti. Bisogna evolversi, adeguarsi e rendersi competitivi nel proprio settore. Non solo importando le novità tecnologiche e strumentali nella propria azienda, ma anche e soprattutto formando i propri dipendenti. Se usufruiamo nella nostra impresa di prodotti altamente tecnologici ma con nessuno che sappia sfruttarli allora il nostro investimento economico sarà nullo. Si all’investimento verso le nuove tecnologie e strumentazioni ma si anche all’investimento economico sui nostri dipendenti.

  • Consulenza aziendale nel settore fashion, orgoglio del made in Italy. Tutte le strategie del marketing della moda


    Il Bel Paese della creatività e dello stile, il mondo della moda e del made in Italy si confermano un settore dinamico e competitivo, da qualche decennio rivoluzionato al virtuale. La fashion industry viaggia nel web a tempo di clic e spazia oltre i confini creando fatturato e fantasia, un universo creativo ben strutturato dal web marketing capace di coinvolgere milioni di persone. A dettare legge i guru della moda e una miriade di addetti ai lavori molto influenti, dalle piccole medie imprese alle fashion blogger. Scopriamo quali sono le loro strategie La moda è un caposaldo del comparto produttivo italiano e con l’avvento di internet negli ultimi anni si è profondamente trasformata. Le abitudini del consumatore sono cambiate, non bastano più le riviste patinate e le fashion week a dettare le ultime tendenze.

  • Sicurezza sul lavoro, via ai corsi obbligatori


    La sicurezza sul lavoro è focalizzata sulla formazione di dipendenti ed imprenditori, un aspetto sempre più determinante per la salvaguardia di chi lavora e per la tutela dell’impresa. Nel mese di novembre hanno preso il via i corsi sicurezza sul lavoro obbligatori per legge Secondo le stime annuali il 2019 detiene un triste primato per i decessi sul luogo di lavoro. I dati attestano che nei primi mesi di quest'anno, sono stati 482 i morti sul lavoro, mentre gli infortuni meno gravi sono diminuiti, ma solo dello 0,2%, con un totale di 323.831 incidenti.




Leave a Reply

Your email address will not be published.


Comment


Name

Email

Url