Analisi degli scostamenti del fatturato mese su mese

Analisi degli scostamenti del fatturato mese su mese

Un’azienda che voglia mantenersi attiva e competitiva sul mercato, soprattutto ed ovviamente nel lungo periodo, dovrà sempre e costantemente avere piena coscienza di sé stessa; in parole povere, l’imprenditore che ha come obiettivo quello di rendere il proprio business vincente ed in continua espansione, dovrà per forza conoscere e monitorare l’andamento finanziario della propria impresa.

Le motivazioni sono presto spiegate: un’impresa che dovesse ritrovarsi a corto di liquidità, oppure con un fatturato non all’altezza delle proprie necessità è un’impresa che sarà inevitabilmente condannata al fallimento, o nel migliore dei casi ad un sostanziale ridimensionamento rispetto alle premesse con le quali era nata.

Attraverso il controllo di gestione (CdG) chi gestisce con capitali propri un’attività economica organizzata al fine della produzione o dello scambio di beni e servizi, potrà dirigere la propria attività con consapevolezza, avendo una visione d’insieme degli aspetti che caratterizzano il business, avendo sempre informazioni chiare e precise che permetteranno un alto grado di competenza e di tempestivo intervento.

Che cos’è il controllo di gestione

Il Cdg altro non è che un meccanismo operativo attraverso il quale la direzione aziendale, a prescindere dal settore di competenza, potrà assicurarsi che le risorse acquisite vengano impiegate in modo efficace per poter raggiungere e perseguire gli obiettivi aziendali prefissati in fase di pianificazione operativa.

Come si suddivide il controllo di gestione

Parti integranti di questo processo sono la programmazione, la stesura di un budget aziendale e l’analisi degli scostamenti dal budget periodico ed annuale.

Nella quasi totalità delle imprese viene attuata la contabilità progressiva mensile, che consente alla direzione di conoscere i risultati effettivi del mese precedente, oltre al risultato complessivo fino al mese appena concluso.

A cosa serve il report contabile

La funzione, nonché l’utilità del report contabile è quella di confrontare i dati effettivi, che vengono riscontrati dalla contabilità, con i dati contenuti nel budget: da questo confronto tra budget e risultato effettivo avrà origine lo scostamento, ottenuto come differenza tra i due valori.

Lo scostamento del fatturato potrà essere positivo, ed in questo caso indicherà un maggior venduto rispetto a quanto pianificato nel budget, oppure negativo, quando invece si verificherà una vendita minore rispetto al preventivo.

Lo stesso principio applicabile ai criteri di vendita sarà valido anche per i costi di gestione, dove un valore positivo indicherà che i costi effettivamente rinvenuti dalla contabilità sono risultati inferiori rispetto a quelli previsti.

L’analisi degli scostamenti

Conoscere e analizzare in modo preciso lo scostamento è importante, capire il perché si sia verificato ancora di più, per questo si ricorre all’analisi degli scostamenti.

Analizzare gli scostamenti, sia negativi che positivi, è importante per capire il perché si siano ottenuti tali effetti e quali siano state le variabili o gli eventi intervenuti che hanno poi determinato siffatte situazioni: osservare il cambiamento percentuale in termini di fatturato, di mese in mese, porterà a ricercarne la causa in determinate situazioni, quali ritardi di ordini, gare perse, vendite straordinarie, domande di mercato variabili (alte, stazionarie o basse).

Ponendo interrogativi e cercando di favorire il lavoro di squadra del proprio team operativo, si potranno individuare i possibili interventi da apportare, parlando di scostamenti negativi ovviamente.

I dati potranno avere rappresentazione grafica al fine di evidenziare, sfruttando la comunicazione visuale, l’andamento mese per mese delle vendite e del budget. In questo modo sarà molto semplice individuare picchi e situazioni negative.

Le cause degli scostamenti

Come detto in precedenza, le cause degli scostamenti sono molteplici, e possono essere sia interne che esterne:

  1. le cause interne fanno riferimento alle variabili proprie dei processi gestionali, e riguarderanno quindi le attività svolte all’interno dell’azienda,
  2. le cause esterne invece scaturiranno da variabili appartenenti all’ambiente dove l’impresa si trova ad operare.

Se la causa dovesse essere interna, lo scostamento potrebbe dipendere da come viene impiegato il personale, dalle strategie operative poste in atto, dall’efficienza o dall’efficacia. L’efficienza è una variabile collegata all'impiego delle risorse fisiche; rientra perciò nella logica dei metodi quantitativi, delle entità esattamente definibili e quindi controllabili. L’efficacia è una variabile organizzativa: è collegata alle procedure, al modo di fare le cose.

Se invece dovessero essere delle cause esterne lo scostamento potrebbe essere dipeso dall’andamento del mercato, dalla domanda, dall’aumento o meno dei prezzi.

Le finalità dell’analisi degli scostamenti del fatturato mese per mese

Una buona analisi degli scostamenti del fatturato mese per mese è necessaria per:

  1. Correggere tempestivamente le disfunzioni gestionali al fine di consentire il raggiungimento degli obiettivi aziendali di fondo  
  2. mettere in risalto eventuali fatti nuovi intervenuti nel corso della gestione
  3. evidenziare sia gli aspetti economici, sia quelli finanziari nonché quelli quantitativi della gestione
  4. verificare i risultati per centri di responsabilità e non solo a livello globale
  5. responsabilizzare i manager
  6. individuare le responsabilità e procedere con i provvedimenti correttivi
Share




Contattaci


Nome


E-Mail


Telefono


Messaggio


Congratulations. Your message has been sent successfully.
Error, please retry. Your message has not been sent.



  • Perché sempre più aziende chiedono il supporto di un coach?


    La figura del coaching è ormai in rapida ascesa anche in Italia, ma perché sempre più aziende chiedono il supporto di un coach? Tutto in questo articolo. La figura professionale del coach arriva da oltre oceano e non è certo una scoperta italiana, anzi possiamo dire che noi in questo caso siamo arrivati molto dopo alcune grandi nazioni come l’America dove questa figura professionale è riconosciuta e molto affermata. Il coaching di ogni tipologia in America è popolarissimo ed è infatti qui che ogni anno centinaia di formatori e studenti di coaching si recano per assistere ai convegni organizzati dai più grandi coach al mondo. In Italia questa figura professionale sta prendendo piede in questi anni, dove sempre più aziende chiedono il supporto di un coach esterno o cercano l’inserimento di un coach interno aziendale per poterne beneficiare. Perché questo cambiamento? Semplice perché ad oggi la realtà è molto diversa da quella che avevamo 50 anni fa.

  • Cosa pianificare per una giusta strategia di marketing?


    Stai aprendo un’attività o hai già un’attività sul mercato? Ecco tutto quello che devi considerare per una giusta strategia di marketing. Se c’è un fattore che una qualsiasi azienda non può e non deve sottovalutare è una buona strategia di marketing. Il marketing è l’ingrediente finale che permette alla nostra azienda di risaltare su tutte le altre, le permette di essere notata e di arrivare ogni giorno a centinaia di possibili clienti che potrebbero sceglierla. È solo grazie alla giusta strategia di marketing che un’azienda può rivelarsi di successo oppure no. Sebbene ad oggi i mezzi di promozione di un’attività si sono moltiplicati grazie all’utilizzo dei social network alla base di ogni promozione troviamo sempre una strategia di marketing. Ecco perché in questo articolo andremo ad informarti su tutto ciò che c’è da considerare per un’ottima strategia di marketing.

  • Come trovare i candidati perfetti per la tua attività


    Sei alla ricerca di personale nuovo da assumere? Hai bisogno di un esperto o di un’apprendista? In questo articolo ti parleremo di come trovare i candidati perfetti per la tua attività. Tutte le aziende prima o poi si imbattono nella possibilità di assunzione di personale. È normale e positivo, infatti quando si punta ad assumere nuovi dipendenti i fattori che ci portano a questa esigenza sono diversi ma ci sono due possibilità che risaltano su tutte: l’imminente crescita dell’azienda e quindi la sua espansione, la necessità di trovare una persona più qualificata in un determinato settore. Diventa perciò importante e vitale che ogni azienda possa trovare il candidato perfetto.

  • Come scegliere il corso di formazione per i tuoi dipendenti


    Sei alla ricerca di un corso di formazione? Come sceglierlo tra le tante proposte che troviamo? Leggi l’articolo. Sempre più aziende hanno capito l’importanza di dipendenti formati. Il nostro mondo viaggia rapidamente, si evolve, e vediamo ogni giorno la comparsa di nuovi strumenti, piattaforme, prodotti digitali e non che dobbiamo imparare a gestire nel migliore dei modi. Un’azienda che rimane legata al passato non può andare avanti. Bisogna evolversi, adeguarsi e rendersi competitivi nel proprio settore. Non solo importando le novità tecnologiche e strumentali nella propria azienda, ma anche e soprattutto formando i propri dipendenti. Se usufruiamo nella nostra impresa di prodotti altamente tecnologici ma con nessuno che sappia sfruttarli allora il nostro investimento economico sarà nullo. Si all’investimento verso le nuove tecnologie e strumentazioni ma si anche all’investimento economico sui nostri dipendenti.

  • Consulenza aziendale nel settore fashion, orgoglio del made in Italy. Tutte le strategie del marketing della moda


    Il Bel Paese della creatività e dello stile, il mondo della moda e del made in Italy si confermano un settore dinamico e competitivo, da qualche decennio rivoluzionato al virtuale. La fashion industry viaggia nel web a tempo di clic e spazia oltre i confini creando fatturato e fantasia, un universo creativo ben strutturato dal web marketing capace di coinvolgere milioni di persone. A dettare legge i guru della moda e una miriade di addetti ai lavori molto influenti, dalle piccole medie imprese alle fashion blogger. Scopriamo quali sono le loro strategie La moda è un caposaldo del comparto produttivo italiano e con l’avvento di internet negli ultimi anni si è profondamente trasformata. Le abitudini del consumatore sono cambiate, non bastano più le riviste patinate e le fashion week a dettare le ultime tendenze.

  • Sicurezza sul lavoro, via ai corsi obbligatori


    La sicurezza sul lavoro è focalizzata sulla formazione di dipendenti ed imprenditori, un aspetto sempre più determinante per la salvaguardia di chi lavora e per la tutela dell’impresa. Nel mese di novembre hanno preso il via i corsi sicurezza sul lavoro obbligatori per legge Secondo le stime annuali il 2019 detiene un triste primato per i decessi sul luogo di lavoro. I dati attestano che nei primi mesi di quest'anno, sono stati 482 i morti sul lavoro, mentre gli infortuni meno gravi sono diminuiti, ma solo dello 0,2%, con un totale di 323.831 incidenti.




Leave a Reply

Your email address will not be published.


Comment

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto


Name

Email

Url