Che cos’è l’organigramma aziendale e come definirlo?

Che cos’è l’organigramma aziendale e come definirlo?

La definizione dell’organigramma aziendale, nell'ottica della pianificazione e del controllo aziendale , è un’operazione di vitale importanza per un’azienda che mira al successo ed al consolidamento nel mercato commerciale e non può prescindere da una strategia vincente, che possa garantirle qualità, efficienza ed affidabilità.
Per questo motivo, l’imprenditore che punta alla vetta dovrà sicuramente partire dalle risorse e dalle competenze presenti nella sua impresa, e dovrà avere la capacità di valorizzarle per farle rendere al meglio.

Che cos’è un organigramma aziendale


La definizione di un organigramma aziendale è un momento imprescindibile nella vita di un’azienda, si tratta di un documento che rappresenta la struttura organizzativa dell’impresa, ossia l’insieme delle scelte attraverso le quali il lavoro è diviso, ordinato e coordinato all’interno di un sistema logistico.

Come si attua la definizione di un organigramma aziendale


Dal punto di vista strettamente formale, la definizione di un organigramma aziendale altro non è che una rappresentazione grafica formata da linee, rettangoli, triangoli o qualsiasi altra forma geometrica si voglia utilizzare, che dà vita ad un diagramma che può essere piramidale, ad albero, a bandiera, radiale oppure misto.
Concettualmente, rappresenta i legami funzionali e gerarchici che tengono unite le persone all’interno dell’azienda, la divisione dei compiti, chi prende le decisioni etc.

L’organigramma aziendale rappresenta lo scheletro di un’impresa, e le nozioni che emergono sono dunque quelle di:

  • Differenziazione (divisione del lavoro);

  • Strutturazione (disposizione e regolazione);

  • Integrazione (coordinamento e controllo);

  • Leadership (motivazione e trascinamento);


il tutto mirato unicamente alla finalizzazione, ossia il fine organizzativo.

La scelta dell’aspetto legale dell’impresa, la definizione di regole e procedure che i partecipanti dovranno rispettare ed il modello organizzativo che essa assumerà, rispondono perfettamente a ciò che rappresenta la definizione di un organigramma aziendale.
La definizione di un buon organigramma aziendale prende in considerazione in particolar modo le funzioni svolte, l’importanza relativa, la dipendenza gerarchica e le posizioni dei dipendenti.

A cosa serve l’organigramma aziendale


La funzione dell’organigramma permette di tenere sempre sotto controllo la struttura reale dell’azienda e le mansioni svolte da ciascuno dei suoi componenti.
Infatti la struttura organizzativa di un’azienda, delineata dall’organigramma, è come l’assetto tattico di una squadra di calcio, il modulo con il quale affrontare gli avversari, che cambia a seconda delle esigenze e dei principi di gioco: in base al tipo di business e dei relativi fattori di successo, si possono adottare diverse forme.

Tipologie di struttura organizzativa aziendale


Le principali conformazioni di struttura organizzativa sono tre:

  • Struttura funzionale;

  • Divisionale;

  • A matrice.


Vediamole in dettaglio.

La struttura funzionale


La struttura funzionale è quella più diffusa, l’azienda è divisa in aree affini per ambito di attività: amministrazione, acquisti e vendite, ufficio tecnico, produzione, etc. Viene solitamente adottata da piccole realtà, con poca esperienza sui mercati internazionali, che producono beni poco differenziati e che si rivolgono principalmente a mercati interni.
Il vantaggio principale risiede nella capacità di raggiungere una buona efficienza locale, ottenendo elevata specializzazione nei ruoli ed un maggior rendimento operativo in ogni mansione.
Lo svantaggio più rilevante è il rischio di incappare in una coordinazione limitata tra i vari reparti, andando incontro ad un’eccessiva focalizzazione sulle proprie attività specifiche rispetto a quelle comuni dell’azienda.

La struttura divisionale


La struttura divisionale prevede una sorta di frammentazione interna dell’azienda stessa, dove solitamente ciascuna divisone presenta al suo interno una struttura funzionale, adottando parzialmente i criteri precedentemente illustrati: alcuni compiti possono essere duplicati tra i vari settori, mentre alcune funzioni possono essere svolte centralmente, ad esempio i sistemi informatici e l’amministrazione.
Il vantaggio principale di questo assetto è la capacità di generare competizione interna, favorendo le prestazioni produttive, lo svantaggio è la possibilità che si formino aziende “distinte” all’interno della stessa. La struttura organizzativa divisionale può essere di due tipi, per prodotto e geografica.
La struttura divisionale per prodotto raggruppa in un’unica divisione tutte le attività inerenti un determinato prodotto, quali ad esempio marketing e finanza. È una configurazione peculiare delle imprese multiprodotto che sono strutturate come gruppo aziendale, dove ogni divisione è una sussidiaria.
I vantaggi di questa tipologia sono la spiccata semplicità nella realizzazione della strategia di diversificazione produttiva, dove la concentrazione delle operazioni che riguardano uno specifico prodotto permette una flessibilità maggiore. Anche qui il rischio è un’eccessiva concentrazione verso la propria divisione di competenza, che può generare conflitti con l’amministrazione centrale.
La struttura divisionale per area geografica viene solitamente scelta quando i centri di produzione ed i mercati finali sono distribuiti su un territorio molto esteso, oppure quando l’azienda si occupa di prodotti o servizi simili, come ad esempio compagnie telefoniche o assicurative. Anche in questo caso, ogni divisone è una sussidiaria, che corrisponde ad un reparto organizzativo facente parte di un gruppo.
I vantaggi principali sono la facilità di comunicazione tra le diverse unità operative e la riduzione dei costi di trasporto, oltre alla capacità di saper riconoscere e soddisfare le esigenze dei consumatori locali. Lo svantaggio principale è sempre lo stesso: l’eccessiva autonomia di ciascuna unità potrebbe scontrarsi con l’amministrazione centrale.

La struttura a matrice


La struttura a matrice è un misto tra le due precedenti, sviluppandosi su entrambe le dimensioni prima osservate: una propriamente funzionale ed un’altra specifica del business, quindi come già visto o per linea di prodotto o per area geografica. Saranno presenti in questo caso manager specifici per funzioni e progetti.
Il vantaggio che ne consegue è una chiarezza superiore all’interno dei ruoli decisionali, che comporterà maggiore efficienza e velocità sia in ambito decisionale che comunicativo.
Lo svantaggio risiede nel fatto che un elevato grado di potere ed autonomia tra i dirigenti potrà portare ad una serie di conflitti ideologici e decisionali, generando confusione all’interno della struttura.
La definizione di un organigramma aziendale completo, ben realizzato e realmente rappresentativo, permetterà ai dipendenti di avere ben chiara la propria posizione, spronandoli a dare il meglio, perché consapevoli di chi sarà a decidere, pianificare, coordinare e controllare il lavoro svolto. Per un’azienda che vuole avere successo sarà basilare rendere chiare queste dinamiche, mettendo quindi al centro del proprio progetto imprenditoriale organizzazione e divisione dei ruoli.
È inoltre chiaro che la struttura organizzativa nel tempo può e deve cambiare e con essa la definizione dell’organigramma aziendale, altrimenti ci troveremmo davanti un’impresa poco attenta ai cambiamenti del mercato e a tutte le sollecitazioni del suo ambiente di riferimento. Un’azienda che punta al successo deve mirare ad anticipare i bisogni del mercato cercando di rispondere tempestivamente alle nuove esigenze strutturando al meglio le strategie e sfruttando le sinergie operative.

Cosa fa Aziendo? Grazie alla nostra collaborazione sarai in grado di individuare le figure principali della tua azienda e di costruire l'organigramma aziendale della tua impresa. CONTATTACI!




Contattaci


Nome


E-Mail


Telefono


Messaggio


Messaggio inviato
Error, please retry. Your message has not been sent.






Leave a Reply

Your email address will not be published.


Comment


Name

Email

Url