Come aumentare il fatturato dell’azienda

Come aumentare il fatturato dell’azienda

In un mercato sempre più spietato e competitivo, un imprenditore che abbia come obiettivo quello di mantenere la propria attività in salute e soprattutto competitiva dovrà per forza di cose conoscere minuziosamente l’andamento finanziario del proprio business, avendo quindi sempre sotto controllo la mole di fatturato e la liquidità presente in cassa, per evitare problemi, ridimensionamenti o addirittura il fallimento.

Aumentare il fatturato è certamente uno dei desideri più ricorrenti per qualsiasi imprenditore o direttore del marketing che si rispetti, e come riuscire ad incrementare le vendite di prodotti e servizi, realizzando più ricavi, è anch’essa una delle domande più frequenti.

Esiste una regola generale, applicabile in qualsiasi contesto e settore commerciale, una sorta di formula magica, che possa esser sempre valida per tutti, in grado di garantire un aumento delle vendite? La risposta è ovviamente negativa, non esiste nulla di tutto ciò.

Però esistono degli accorgimenti, delle strategie, che se ben realizzati potranno esser d’aiuto nell’incrementare il volume di vendite, ed in questo articolo vi daremo qualche utile consiglio a riguardo.

  • Osserva il tuo modello di business: Vuoi sviluppare la tua azienda, aumentando vendite e fatturato, e per farlo prova a partire dall’analisi della stessa: stai facendo le cose nel modo giusto? La strategia che stai adottando va bene così o necessita di qualche ritocco? Cerca di capire se ci siano problemi strutturali, operativi o legati al personale, esamina completamente la tua attività, migliora la qualità generale, di ogni settore, ed eventualmente modifica alcuni processi aziendali.
  • Dai spazio al marketing: Promuovere il tuo marchio è basilare per avere successo ed incrementare il fatturato, e per farlo dovrai dare visibilità al tuo business, convincere i potenziali clienti che la tua azienda sia la migliore, la più competente, capace di dargli qualcosa in più rispetto alla concorrenza e che potrà realmente soddisfare i suoi desideri. Non essere come gli altri, sii differente e sicuramente avrai dei riscontri positivi.
  • Sfrutta il tuo sito Internet: Le aziende italiane ancora non sanno sfruttare a dovere il web per vendere e crescere, spesso si limitano alla creazione di un sito web istituzionale, che verrà poco aggiornato e risulterà quindi pressoché inutile. Non commettere questo errore, perché ormai il processo di acquisto ed acquisizione del cliente avviene per gran parte online e possedere un sito web ben studiato, accattivante e costantemente aggiornato è fondamentale, perché e lì che i potenziali clienti cercheranno informazioni e soluzioni per soddisfare le proprie esigenze. Un negozio online che sia soltanto una vetrina non è quello che ti serve per crescere, sarà invece rilevante cercare un dialogo con l’utente, incuriosirlo e convincerlo a diventare un vero e proprio cliente. Affidati a professionisti del settore e rendi la tua azienda un e-commerce di successo.
  • Fidelizza i tuoi clienti: Stai cercando di aumentare il fatturato cercando nuovi clienti, e non sembra essere così semplice. Allora perché non dedicarti ai vecchi clienti, a quelli che ti hanno scelto in passato? Cerca di monetizzare i clienti già acquisiti, che ti conoscono e si sono affidati a te almeno una volta, studia delle offerte pensate appositamente per loro, tienili aggiornati con newsletters e promozioni, diventa un punto di riferimento, fatti scegliere nuovamente.
  • Forma il tuo personale: Il tuo team commerciale dovrà essere sempre aggiornato, perché il mondo del business è cambiato ed è in continuo mutamento. Comprendere questa evoluzione, adattarsi, capire cosa sia ancora efficace o meno è imprescindibile per aumentare le vendite e quindi il fatturato. Un’azienda dovrà essere in grado di fornire una formazione costante alla propria forza commerciale, perché l’incremento delle vendite passa anche dalla preparazione e dalla competenza dei propri venditori.
  • Utilizza i social: Al pari di un sito web ben strutturato, saper utilizzare i social nel modo giusto è un ottimo metodo per aumentare visibilità e fatturato. Sfrutta Facebook, Instagram e Twitter per sponsorizzare la tua attività, creando contenuti, postando immagini e soprattutto video, cerca il dialogo con l’utenza quotidianamente. Affidati a professionisti per curare le tue pagine social, i risultati saranno tangibili.
  • Monitora i risultati: Il successo passa attraverso la conoscenza. Ogni azione mirata all’incremento delle vendite dovrà essere monitorata con attenzione, e bisognerà quindi esser consapevoli dei risultati che essa ha prodotto, dei costi aziendali generati e dei tempi di cui ha avuto bisogno. Conoscere questi aspetti ti permetterà di testare seriamente una determinata azione commerciale, sapere cosa abbia funzionato e cosa no, per evitare sprechi di tempo e denaro, ed apportare eventuali correttivi.

Come detto in precedenza, non esiste una formula magica valida per tutti, ogni settore di competenza andrebbe studiato ed analizzato, per valutare strategia ed operatività di ogni singola azienda, in modo da poter determinare cosa bisogna fare per vendere di più.

Saper comunicare, fare marketing, oggi è sicuramente fondamentale per poter raggiungere ed attrare un numero sempre maggiore di clienti, e l’abilità di promuovere sé stessi conta anche più di un servizio o un prodotto di qualità superiore.

Share




Contattaci


Nome


E-Mail


Telefono


Messaggio


Congratulations. Your message has been sent successfully.
Error, please retry. Your message has not been sent.



  • Crisis management: cos’è e come e come gestire crisi aziendali


    Il crisis management è il processo con il quale un’organizzazione fronteggia una situazione potenzialmente dannosa per le prestazioni e la fama aziendale, attraverso l’impiego di alcune pratiche che possano così prevenire, gestire e sedare gli esiti svantaggiosi della crisi. Il crisis management è dunque necessario per far fronte a problemi ed interruzioni che sopraggiungono nelle diverse fasi che compongo un qualsiasi tipo di business, siano essi provocati da eventi interni o esterni alla società, e che daranno vita ad una serie di ripercussioni negative, quali danni di produttività, d’immagine, ed in casi estremi, il fallimento.

  • Gestione clienti: guide e consigli per gestire la clientela


    “Noi consideriamo i nostri clienti come ospiti invitati a una festa, dove noi siamo i padroni di casa. Il nostro lavoro di ogni giorno è quello di rendere ogni importante aspetto dell'esperienza del cliente un po' migliore.” Questo concetto appartiene a Jeff Bezos, fondatore di Amazon.com e parla da solo. Il segreto del successo di un'azienda è, senza dubbio, la gestione delle relazioni con i propri clienti. La gestione del cliente è una parte molto importante nella gestione di un’azienda, un qualcosa che deve essere ben definito e strutturato perché parte fondamentale per il buon funzionamento di un team, indipendentemente dal modello di business che si persegue. Possedere un portafogli clienti molto vasto non è necessariamente segno di successo, proprio perché se la gestione dei clienti non viene fatta in modo assertivo, quei contatti saranno proprio questo: contatti e non clienti.

  • Come aumentare il fatturato dell’azienda


    In un mercato sempre più spietato e competitivo, un imprenditore che abbia come obiettivo quello di mantenere la propria attività in salute e soprattutto competitiva dovrà per forza di cose conoscere minuziosamente l’andamento finanziario del proprio business, avendo quindi sempre sotto controllo la mole di fatturato e la liquidità presente in cassa, per evitare problemi, ridimensionamenti o addirittura il fallimento. Aumentare il fatturato è certamente uno dei desideri più ricorrenti per qualsiasi imprenditore o direttore del marketing che si rispetti, e come riuscire ad incrementare le vendite di prodotti e servizi, realizzando più ricavi, è anch’essa una delle domande più frequenti.

  • Analisi degli scostamenti del fatturato mese su mese


    Un’azienda che voglia mantenersi attiva e competitiva sul mercato, soprattutto ed ovviamente nel lungo periodo, dovrà sempre e costantemente avere piena coscienza di sé stessa; in parole povere, l’imprenditore che ha come obiettivo quello di rendere il proprio business vincente ed in continua espansione, dovrà per forza conoscere e monitorare l’andamento finanziario della propria impresa. Le motivazioni sono presto spiegate: un’impresa che dovesse ritrovarsi a corto di liquidità, oppure con un fatturato non all’altezza delle proprie necessità è un’impresa che sarà inevitabilmente condannata al fallimento, o nel migliore dei casi ad un sostanziale ridimensionamento rispetto alle premesse con le quali era nata.

  • Che cos’è l’analisi degli scostamenti cash flow?


    Un vecchio adagio inglese così recita: “Turnover is vanity, profit is sanity but cash is reality!”, tradotto in parole povere significa che i volumi di fatturato ed i margini di profitto sono sì importanti e degni di considerazione, ma i flussi di cassa rappresentano l’elemento portante di qualsiasi azienda, e saperli gestire in maniera corretta farà sicuramente la differenza tra il successo ed il fallimento. L’analisi degli scostamenti è parte integrante del cosiddetto controllo di gestione (CdG), ossia quel meccanismo operativo tramite il quale la direzione aziendale, a prescindere dal settore di competenza, potrà assicurarsi che le risorse acquisite vengano impiegate in modo efficace per poter raggiungere e perseguire gli obiettivi aziendali prefissati in fase di pianificazione operativa.

  • Come migliorare le risorse umane della tua azienda


    In tempi di crisi e incertezza economica il reparto delle Risorse Umane di un’azienda svolge un ruolo chiave nel successo della stessa, in quanto è direttamente responsabili della stabilità del lavoro e di un buon clima organizzativo, fattori che influenzano la produttività e le prestazioni dei dipendenti e, quindi, della compagnia intera. Per questo motivo, la gestione delle risorse umane deve rispondere sia all'amministrazione generale che all'adempimento delle sue funzioni relativamente ai dipendenti in relazione alla loro produttività e al loro benessere.




Leave a Reply

Your email address will not be published.


Comment


Name

Email

Url